Binet et le premier test d’intelligence

L’historienne italienne des sciences Elisabetta Cicciola vient de faire paraitre un ouvrage (en italien) sur Alfred Binet et l’histoire du premier test d’intelligence. Tous les détails sur cette nouvelle publication sont à découvrir ci-dessous :

 

La scoperta dell’intelligenza. Alfred Binet e la storia del primo test

di Elisabetta Cicciola

Pagine Vere / 44
anno 2019
pagine 252
€ 15,00
ISBN 9788894947229

Alfred Binet è internazionalmente riconosciuto come il “padre” del primo test d’intelligenza e come il rappresentante francese più fedele dello sperimentalismo di laboratorio. Questo volume ricostruisce la nascita del primo e più famoso test d’intelligenza, utilizzando fonti primarie e le più aggiornate fonti secondarie. Ne emerge un quadro originale dell’opera di Binet anche in relazione al contesto socio-politico francese fra Ottocento e Novecento. Attraverso Binet è, infatti, possibile comprendere il rapporto fra scienza e società e il mandato politico della psicologia scientifica nel periodo della sua fondazione. Viene così messo in evidenza come l’uso fatto nel Novecento, soprattutto in America, del test d’intelligenza sia uno stravolgimento delle finalità per cui lo strumento nacque.

Elisabetta Cicciola – Laureata in Psicologia, è Dottore di ricerca in Storia della Scienza e Specialista in Paleografia, Diplomatica e Archivistica presso la Scuola Vaticana. E’ membro dell’European Society for the History of the Human Sciences (ESHHS) e della Società Italiana di Storia della Scienza. Si è perfezionata all’Université Paris Descartes, ha insegnato Storia della psicologia (a Firenze e a Roma) e Psicologia generale (a L’Aquila) ed è stata Assegnista di ricerca presso il Dipartimento di Psicologia Dinamica e Clinica dell’Università Sapienza di Roma. E’ autrice di saggi nazionali e internazionali sulla storia della psicologia con particolare riferimento alla ricostruzione del contesto del primo test d’intelligenza in Francia e sulla storia delle scienze umane in Italia, approfondendo autori come Sante De Sanctis, Vittorio Benussi, Giuseppe Sergi e ricostruendo l’ambiente laico-massonico che ha favorito lo sviluppo del metodo Montessori. Recentemente ha analizzato l’intreccio fra scienza e massoneria, a partire dagli originari legami con il milieu della Royal Society.


Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Ce site utilise Akismet pour réduire les indésirables. En savoir plus sur comment les données de vos commentaires sont utilisées.